LUISA CORNA

  • LUISA CORNA

    LUISA CORNA

    Luisa Corna inizia da giovanissima a posare per fotografi affermati (Fabrizio Ferri, Helmut Newton) e ben presto calca le passerelle di alcuni tra i più importanti stilisti. Dalla moda alla pubblicità il passo è breve, diventa la protagonista di spot di grandi marchi trasmessi sulle tv Italiane ed estere. Studia recitazione e dizione al C.T.A. (Centro Teatro Attivo) e in seguito presso il C.S.A. (Centro Studio Attori ), diretto da Alessandro Del Bianco. Ma la passione predominante è la musica, studia canto e solfeggio al C.P.M. (Centro Professione Musica) di Milano e successivamente con vari insegnanti privati. Appena diciottenne Luisa inizia ad esibirsi con il suo gruppo in alcuni club nella zona di Milano e Como. Alla fine degli anni 80 affianca come corista Miguel Bosè. Nel 1992 partecipa a “Castrocaro”, classificandosi al secondo posto con il brano ”Dove vanno a finire gli amori” scritto dal compositore Depsa. Qualche anno dopo viene scelta come cantante a “Domenica In” nell’edizione condotta da Fabrizio Frizzi con la regia di Michele Guardì. Nello stesso anno affianca Giampiero Ingrassia nell’edizione estiva di “Tira e molla”, programma curato da Corrado, su “Canale 5”. Inizia così la sua esperienza nella doppia veste di cantante-conduttrice. L’anno successivo Mediaset propone a Luisa la partecipazione a “Controcampo” su Italia 1 condotta da Sandro Piccinini: è fra le prime donne ospite fissa di una trasmissione di calcio. Giorgio Panariello la sceglie come attrice protagonista del film commedia “Al momento giusto” nel ruolo di Lara, una fotoreporter. La musica è sempre presente nella sua vita. Partecipa al “Festival di Sanremo” nel 2002 in coppia con Fausto Leali, conquistando il 4° posto con il brano dal titolo “Ora che ho bisogno di te”. Nell’estate del 2002 conduce la trasmissione “Notti mondiali” (Rai 1) dedicata ai mondiali di calcio, al suo fianco Marco Mazzocchi e Gianpiero Galeazzi. Nel 2003 Luisa si immerge nel soul e nell’R&B: partecipa al “Porretta Soul Festival” nell’anno che il prestigioso palco ha accolto Solomon Burke, Tribute To Rufus Thomas with Carla, Vaneese & Marvell Thomas with The Memphis All Stars Band, Ellis Hooks, Charles Walker & Mo’Indigo, Jackie Johnson. Dallo sport al varietà, sempre su Rai 1 in prima serata, conduce “Si, si è proprio lui”, un programma alla ricerca di nuovi imitatori con la regia di Pier Francesco Pingitore, prosegue con “Sognando Las Vegas”, trasmissione dedicata ai grandi show internazionali, entrambi i programmi sono prodotti dalla “Ballandi”. Con la sua voce, potente e calda, duetta con personaggi del calibro di Dionne Warwick, Gloria Gaynor, Salomon Burke e The Supremes. Una formula che piace e che viene riproposta per 4 anni consecutivi a “Domenica in”, Luisa invita alcuni fra i big della canzone italiana, in uno spazio musicale studiato apposta per la sua versatilità di cantante–conduttrice. Le vengono assegnati programmi televisivi come il “Premio Barocco” che conduce per tre anni (Rai1), “Napoli prima e dopo” spettacolo musicale dedicato alla canzone napoletana che la vede protagonista per cinque edizioni (Rai 1), “Castrocaro Terme” concorso dedicato ai giovani esordienti della musica Italiana, presentato con Massimo Giletti (Rai1). Dal teatro Ariston di Sanremo “Sanremo si nasce“, trasmissione che ripropone i grandi artisti della musica Italiana, conduce al fianco di Michele Cucuzza e Massimo Lopez (Rai 1), e sempre dal Teatro Ariston, per due edizioni, conduce il premio “Campioni per sempre“ programma televisivo che consacra i più medagliati atleti Italiani che si sono particolarmente distinti nelle loro discipline sportive (Rai 1). Con Mike Bongiorno presenta il premio “David di Donatello”, importante riconoscimento al cinema Italiano e ai suoi protagonisti (Rai 1); da Sant-Vincent il premio “Telegrolle“, evento dedicato ai migliori attori e Fiction Italiane di maggiore successo (Rai 1); “La Kore”, trasmissione presentata con Valeria Marini, è una Kermesse che celebra i più apprezzati stilisti Italiani nello scenario del teatro antico di Taormina (Rai 1), oltre ad altri spettacoli televisivi. Alla conduzione dei programmi alterna l’attività di attrice, interpretando anche ruoli impegnati come nella piece teatrale de “L’Odissea” al Teatro Antico di Pompei, affiancando Giorgio Albertazzi che le propone il ruolo della Maga Circe ed inoltre interpreta i canti delle Sirene. Nella versione italiana del film d’animazione “Shark tale”, prodotto dalla Dream Work Animation, Luisa, come doppiatrice, ricopre il posto di Angelina Jolie prestando la sua voce alla sexy pesciolina Lola. Nel 2005 esce il suo primo singolo “Colpa Mia” di cui è interprete e autrice, realizzato con la collaborazione di Gatto Panceri. Segue il cd “Acqua futura”; in questo caso Luisa si sperimenta come cantautrice scrivendo i testi e musicalmente si avvale della collaborazione artistica di Fio Zanotti, Marco Petriaggi e Alessandro Barocchi. Renato Zero le regala una grande emozione scrivendo per lei il brano dal titolo “L’ultima luna”. Al disco segue una tournée: il pubblico e la stampa le dimostrano un notevole apprezzamento. In tour, oltre ai suoi brani, propone una carrellata di canzoni attinte dal repertorio di altri interpreti con i quali ha collaborato. Il risultato? Un mix coinvolgente che passa dal soul degli anni ‘70 alle più intense canzoni Italiane. Arriviamo al 2008 quando Luisa viene scelta per interpretare il ruolo di pubblico ministero nella fiction di Rai 1 “Ho sposato uno sbirro”, con Flavio Insinna. Il 2010 la vede nuovamente protagonista nella seconda serie di “Ho sposato uno sbirro 2” (sempre prodotta dalla Lux Vide). Artista poliedrica, capace di comunicare il suo modo d’essere nella vita attraverso le diverse forme d’espressione, la sua voglia di mettersi in gioco la spinge a confrontarsi sempre con nuove sfide artistiche su un palcoscenico, in uno studio televisivo, ovunque la musica la chiami e le permetta di regalare emozioni. Oggi più che mai è sempre la musica ad essere protagonista nella sua vita. Nell’estate 2010 si dedica ad un nuovo progetto discografico: esce il primo singolo ”Voci” (dall’originale “Voices” di Russ Ballard), testo scritto da Luisa e Giovanni Pezzetti; il 5 ottobre dello stesso anno propone un nuovo singolo dal titolo “2 Sillabe” con la collaborazione artistica di Alex Britti, scritto da Luisa e Riccardo Bonfadini. I due singoli anticipano l’uscita del nuovo CD dal titolo “Non si vive in silenzio” (brano di Gino Paoli del 1972 che viene riproposto in una nuova versione), gli arrangiamenti sono curati da Roberto Giribardi, Luisa è autrice delle cover straniere rivisitate con nuovi testi in italiano e dei brani inediti . Nel 2011 parte “Non si vive in silenzio Tour”, una tournée estiva con oltre 40 spettacoli realizzati in tutta Italia, concerti che propongono alcuni brani tratti dall’album omonimo oltre a riproporre le canzoni che l’hanno vista protagonista nelle numerose collaborazioni artistiche vissute negli anni. Con lei sul palco: al basso Max Zaccaro, alla batteria Alex Polifrone, al piano Carlo Palmas, alla chitarra Luca Verde, ed inoltre si arricchisce della voce di Sara Corna, sorella di Luisa. A Novembre 2011 Luisa debutta al Teatro Nuovo di Milano con il Musical “Pirates“, nel ruolo della piratessa Angelica, una commedia musicale scritta da Maurizio Colombi, il tour prosegue in vari teatri Italiani anche nel 2012. Durante le festività del Natale 2011 e 2012, Luisa si esibisce in un tour di 10 concerti nelle Chiese della Capitale, un incontro che unisce alcuni classici del Gospel ai canti religiosi, accompagnata dal “Coro Gospel Free Armony Voices” diretto dal Maestro Stefano Spallotta, oltre che dalla cantante Sara Corna, dal cantante-musicista Max Zaccaro e dal musicista Jacopo Carlini. Ad Aprile 2012, Luisa si cimenta nel programma di Rai Uno “Tale e quale” condotto da Carlo Conti. Un nuovo format che si svolgerà in quattro puntate in prima serata il venerdì, in cui i cantanti si confrontano con i grandi della musica Italiana e internazionale, interpretando in tutto e per tutto l’esibizione canora a loro destinata. Riscuotendo un notevole successo la stessa formula viene riproposta, ed a novembre e Luisa si esibirà per altre cinque puntate. Nel maggio 2012 inizia il consueto tour estivo, snodato in oltre venti tappe nelle piazze Italiane. Concerti che richiamano un notevole numero di pubblico, un racconto musicale attraverso varie collaborazioni ed esperienze canore, sentite e vissute dalla cantante. Affiancata dalla voce di Sara Corna la band è formata da: Max Zaccaro al basso, Alex Polifrone alla batteria, Giuliano Lecis al piano, Alessandro Magnalasche alla chitarra. Dal 18 dicembre 2012, Luisa decide di ripetere l’esperienza del tour gospel. I concerti si svolgeranno quasi tutti i giorni durante il periodo del Santo Natale nelle Chiese di Roma e d’intorni, oltre che nelle carceri Laziali. Affiancata dalla cantante Sara Corna, da Max Zaccaro cantante- musicista, dal musicista Jacopo Carlini e dal gruppo corale White Nymphs diretto dal maestro Stefano Spallotta. Un viaggio suggestivo ed emozionante nella spiritualità della cultura afroamericana e dei canti religiosi Italiani. Nel 2013 Luisa si concentra sulla realizzazione del suo nuovo CD ed incomincia a curiosare nei vari generi che l’appassionano. Inizia a collaborare con artisti e musicisti italiani ed internazionali, raccogliendo canzoni che la rappresentino completamente. Il 19 luglio pubblica il singolo “Tutto e niente” che segna il primo capitolo dl nuovo progetto discografico con la Joe & Joe. Con la sua band intraprende il tour estivo: al basso, voce e arrangiamenti Max Zaccaro, alla batteria Alex Polifrone, al piano tastiere Jacopo Carlini, chitarra Alessandro Magnalasche, alla voce Sara Corna. L’estate 2013 si è anche arricchita di una piacevole esperienza: quella del “Festival Show 2013”, che ha visto Luisa nella doppia veste di conduttrice e cantante. Il tour si è snodato in dieci tappe nelle più importanti città del Triveneto con una fastosa chiusura a Verona il 10 settembre. Dal mese di ottobre, la curiosità di Luisa l’ha spinta verso il Teatro Manzoni di Milano: gli appuntamenti domenicali (due al mese) hanno l’obiettivo di ricreare il clima vissuto al Derby, tempio del cabaret per decenni e ormai chiuso. Il ruolo di Luisa è quello di legare con la sua musica le varie performance dei vecchi e nuovi comici milanesi.